1

Gioielli

Fin dall’antichità il gioiello è rappresentazione della persona e della sua vita. Oltre che decorazione, è memoria di eventi importanti (come il fidanzamento, il matrimonio, la nascita di un figlio, un anniversario, un riconoscimento, un’investitura o un incarico di particolare importanza, ecc.), non di rado trasmessa alle generazioni successive per testimoniare e commemorare oltre il proprio tempo.

I gioielli, eterni ed immortali,  non s’indossano solo per moda, ma anche per affettività, e accompagnano una donna per tutta la vita. Sono quindi oggetti ricchi di significati, e vanno donati per occasioni davvero speciali.
I bijoux non sono fatti per dare alle donne un’aura di ricchezza, ma per renderle belle.

(Coco Chanel)

2

Orologi

La storia dell’orologio scandisce le tappe del cammino dell’uomo nel suo rapporto con il tempo, il suo fare i conti con i minuti, le ore, i mesi e gli anni che passano. Con il trascorrere della vita insomma. Ed è per questo che una storia dell’orologio non può che partire dall’uomo primitivo che per necessità divise il tempo, osservando la luna che ogni 28 giorni ritorna nella stessa posizione. Oggi gli orologi sono anche, quando non soprattutto, accessori di bellezza, alla moda, ma le loro origini affondano nell’antichità quando il loro utilizzo era preminentemente pratico. In un’epoca in cui le nostre vite si muovono a ritmi sempre più spediti e gli orologi pregiati sono agli antipodi del nostro frenetico stile di vita, ma allo stesso tempo ci permettono di rallentare e apprezzare i piaceri della vita:
Un segnatempo meccanico, smetterà di funzionare senza il vostro ausilio: dovrete ricaricarlo manualmente o indossarlo affinché continui a fare il suo lavoro. In pratica è in vita grazie a voi.
Il  fascino degli orologi: rendono concreta e visibile una cosa astratta come il tempo, che non si vede e non si tocca, eppure c’è.

(Fausto Gianfranceschi)

3

Articoli regalo

La Bellezza di un oggetto è la forma del Genio, anzi, è più alta del Genio perché non necessita di spiegazioni.
Essa è uno dei grandi fatti del mondo, come la luce solare, la primavera, il riflesso nell’acqua scura di quella conchiglia d’argento che chiamiamo Luna.

La nostra storia inizia con Michele Faletti, primo di tre fratelli, con i quali nei primi anni del Novecento, aveva lasciato il Piemonte alla volta della Svizzera ove per alcuni anni frequentò la scuola orologiai, diplomandosi a pieni voti.

I gioielli non sono fatti per dare alle donne un’aura di ricchezza, ma per renderle belle.
(Coco Chanel)

Rientrato in Italia, fondò nel 1917, all’interno del cuore del centro storico di Ciriè, nell’attuale sede di via Vittorio Emanuele 129, la “Oreficeria Orologeria Faletti”.